1. Come creare i contenuti di un sito web?

Devi scrivere i testi di un sito?
Stai lanciando o gestendo un progetto online e vuoi che venga raccontato nel migliore dei modi?
Bene, prima di agire pianifica e soprattutto analizza il contesto da narrare.

La prima fase, infatti, prevede un’analisi dell’azienda, studio professionale, negozio o qualsiasi attività tu stia per rappresentare attraverso la scrittura di testi che – ricorda – avranno effetto solo se riusciranno a catturare l’attenzione di chi legge e agganciarlo allo schermo. Sei pronto?

Prenditi 10 minuti e guarda il primo della serie di video che ho deciso di dedicare alla redazione di testi per il web.

2. Abbasso le lenzuola (di testo)

Ricordati che un testo online prima di essere letto viene visto. Se lo sguardo lo schiva è perché non siamo disposti a leggere “lenzuola di testo” prive di formattazione e altri elementi.

Ti è mai capitato di trovare una pagina online uguale a quella di un libro (solo testo, nessuna suddivisione in paragrafi, nessun grassetto, nessun elenco puntato e così via) e di non riuscire proprio a leggerla? Succede, e quando è così si girano i tacchi e si cerca altro in rete. Perdere traffico rapidamente, però, innalza la frequenza di rimbalzo del sito (conosci questo valore? Approfondiremo in un’altra occasione) compromettendone il posizionamento organico su Google.

Nella progettazione del contenuto di una pagina web, dunque, considera la parte testuale ma anche la presenza di foto, caroselli fotografici (photoslide), video, bottoni cliccabili corredati da micro-testi che invitano all’azione.

Hai presente le “call to action”? Te ne mostro subito una.

3. Microtesti, piccoli giganti

Il microcopy o i micro-testi che corredano i bottoni cliccabili hanno una certa rilevanza ma, soprattutto, hanno una certa responsabilità. Determineranno, infatti, le azioni di chi naviga un sito come se fossero dei piccoli cartelli stradali.

4. Fai incontrare gli obiettivi dell’azienda e i bisogni delle persone

Studia il brand da rappresentare, la sua storia e gli obiettivi futuri, il mercato in cui desidera competere e quindi il pubblico di riferimento. Grazie alle informazioni ottenute butterai giù testi pregni di significato che trasmettono valore a chi li legge e raggiungono al cuore il target.
In caso contrario saranno “testi come tanti altri” e le pagine che li ospitano non faranno presa sul lettore.

5. Cosa si fa quando la ciambella non riesce col buco?

Hai già scritto i contenuti di un sito web ma il tasso di abbandono delle pagine è alto? Cerca di capire cosa succede analizzando i dati (se non hai ancora agganciato Google Analytics al tuo sito, fallo adesso) e modifica i testi. Prova e riprova, individua i punti di debolezza del sito e ricorda che potrebbero essere anche di tipo tecnico (hai mai controllato la velocità di caricamento delle pagine?).

Anche in questo caso, se lo desideri, possiamo aiutarti con un’analisi gratuita tecnica del tuo sito web.

Ti ringrazio per avermi letta fin qui e ti invito a dare un’occhiata ai webinar gratuiti DadoLab dei prossimi mesi.

Cliccando giù avrai una visione d’insieme dei webinar in programma, da questo link ti iscriverai subito al prossimo (parleremo di WordPress, non lo perdere!).

Buona scrittura, al prossimo post.

Tonya Puleo